Istituto scolastico “San Lorenzo”, dichiarazione dell’assessore comunale ai Lavori Pubblici, Antonio Bove

“Gli alunni dell’istituto scolastico ‘San Lorenzo’ non sono stati lasciati al freddo. L’Amministrazione comunale si è mossa tempestivamente per scongiurare l’eventuale ricorso ai doppi turni ed assicurare che tutte le aule del plesso scolastico fossero riscaldate”. È il commento dell’assessore comunale ai Lavori Pubblici, Antonio Bove, al dibattito circa la situazione dell’istituto scolastico ‘San Lorenzo’.
“Nello specifico, in queste ore siamo provvedendo a completare il montaggio di otto pompe di calore, utili a riscaldare tutte le aule frequentate dagli alunni, al netto delle due aule della scuola dell’infanzia che erano già munite di riscaldamento. Questo nelle more della gara di evidenza pubblica, che sarà bandita entro il prossimo 20 gennaio, finalizzata al rifacimento dell’intero impianto di riscaldamento della scuola – spiega l’assessore comunale con delega ai Lavori Pubblici –. La conformazione del plesso, infatti, rendeva impossibile intervenire sull’impianto esistente, in ragione delle numerose intercapedini della struttura che avrebbero impedito ai lavori di essere realmente efficaci. Il completo rifacimento dell’impianto di riscaldamento, invece, permetterà al Comune di risolvere strutturalmente il problema e conseguire anche un risparmio dal punto di vista finanziario”.
“Questa è la verità dei fatti, con buona pace delle tante strumentalizzazioni politico-elettorali che si stanno registrando in queste ore sull’argomento. Strumentalizzazioni speciose ed infondate, soprattutto alla luce dei numeri che parlano chiaro e dimostrano come l’Amministrazione comunale in carica sia quella che nell’ultimo decennio ha destinato più risorse economiche alla manutenzione dei plessi scolastici e che ha effettuato in assoluto più lavori, sia sul piano quantitativo sia su quello qualitativo – sottolinea l’assessore Bove –. La caciara messa in piedi sull’istituto ‘San Lorenzo’, dunque, non è altro che una piccola speculazione politica. Mi riferisco in particolare a qualche consigliere comunale che continua a diffondere notizie farlocche, agitando un emendamento presentato in sede di approvazione dell’ultima variazione di bilancio, raccontato come fondamentale per la manutenzione degli edifici scolastici. Come al solito, però, la propaganda è sempre terreno scivoloso. Perché quell’emendamento, in realtà, avrebbe sottratto risorse economiche alla salvaguardia della società AMService Srl, cioè proprio alla società che si occupa della gestione calore degli immobili di proprietà comunale, quindi anche delle scuole. Non è un caso, infatti, che proprio i tecnici della società AMService Srl ci abbiano accompagnato nella valutazione circa la soluzione migliore da adottare per garantire ambienti riscaldati a tutti gli alunni dell’istituto ‘San Lorenzo’. Peraltro – aggiunge l’assessore comunale con delega ai Lavori Pubblici – si è trattato di un emendamento evidentemente strumentale, dal momento che l’Amministrazione era già in possesso delle risorse necessarie al finanziamento degli interventi strutturali da realizzare sull’istituto scolastico. Diversamente non avremmo potuto prevedere la gara di evidenza pubblica relativa al totale rifacimento dell’impianto di riscaldamento al servizio del plesso, che per la sua complessità necessitava chiaramente di tempi lunghi in termini di progettazione”.
Proprio per fare il punto della situazione circa gli interventi realizzati sino ad oggi dall’Amministrazione comunale sui plessi scolastici e sugli investimenti effettuati in questo campo, oltre che sulla situazione specifica della scuola ‘San Lorenzo’, il prossimo venerdì 11 gennaio, alle ore 11.00 nella Sala Giunta di Palazzo di Città, il sindaco Franco Landella, l’assessore ai Lavori Pubblici, Antonio Bove, ed il dirigente dell’Area Tecnica, Paolo Affatato, incontreranno la stampa.

"Questo sito utilizza i cookie. Se prosegui la navigazione accetti il loro uso."

Leggi